ILOS Lifestyle

Soffrire Per Amore

Smaltire la sofferenza d'amore in breve tempo

Tuesday, November 1st, 2016
Trauma e sofferenza che non passa 

Pensi e ripensi a lui senza darti pace. Perdi l'appetito e il sonno. Tendi ad isolarti e non fai altro che riempire la testa delle tue amiche parlando sempre e solo di lui.

Vorresti dimenticarlo ma non ci riesci...

Più ti sforzi di non pensarlo e più ti trovi immersa nella storia .... ti manca come l'aria e l'idea che lui possa essere di un'altra ti lacera il cuore.

Ma perché si soffre cosi tanto?

La sofferenza d'amore è uno tra i traumi più dolorosi in assoluto. Il dolore è pari al volume del bisogno inconscio che ci portiamo dentro relativo alla sofferenza.

Se nella nostra infanzia abbiamo vissuto il senso dell'abbandono (sindrome) o se abbiamo sofferto a causa della separazione tra i nostri genitori, siamo predisposti ad avere un volume di intolleranza al dolore maggiore.
 

La rottura con l'ex può portarci a sviluppare traumi significativi tra i quali: ansia generalizzata, depressione e senso di abbattimento, annullamento dell'autostima, diffidenza verso gli uomini, attacchi di panico, gelosia e risentimento etc.

E' possibile ridurre tale sofferenza?
Non è possibile ridurre la sofferenza d'amore se non si sono acquisite le giuste informazioni per un ottimale trattamento.
 
Tutte le persone che cercheranno di aiutarci per farci stare bene sono in realtà degli induttori nascosti di maggiore sofferenza.
 
Solo il passare del tempo è in grado di cucire le ferite d'amore.
 
Perché?
 
Perché attraverso lo scorrere del tempo accediamo a situazioni di vita che attivano la famosa "catarsi emozionale".
 
La catarsi è l'unico elemento che trasmuta le nostre energie psichiche (emotive).
 
Ad esempio quando perdiamo un nostro caro la sofferenza che esprimiamo con le lacrime è un elemento di catarsi veloce.
 
La rabbia compressa che sentiamo quando veniamo lasciati dal partner se non viene sfogata diviene causa di patologie.
 
3 sistemi naturali per ridurre la sofferenza in amore
La sofferenza sentimentale segue sempre il meccanismo dell'appagamento del bisogno. Se desideri un bicchiere d'acqua tale bisogno (desiderio) crea sofferenza, nell'ottenere l'acqua (possesso) si riduce il bisogno (piacere).

Ne consegue che il primo elemento di riduzione sofferenza si espleta nella destabilizzazione.
 
Destabilizzare significa pareggiare il desiderio con il possesso o viceversa.

Se ad esempio il tuo Ex dovesse tornare domani, tu ridurresti istantaneamente la tua sofferenza d'amore.

Il secondo sistema efficace per abbassare la sofferenza è la rimozione:

Rimuovere significa semplicemente non affrontare e destabilizzare un problema (risolvendolo).
 
Vuol dire voltare le spalle al turbamento o dimenticare la fonte di stimolo che produce tale dolore.

Rimuovere dalla tua mente il tuo ex, determinerebbe una riduzione del tuo pathos.
 
La nostra mente razionale non è in grado di rimuovere una fonte creante disturbo con la volontà.

Per attivare la rimozione completa della sofferenza occorre il cognitivismo o una particolare tecnica chiamata trasferenza emotiva.

Il terzo elemento risolutivo è il controllo dei 2 elementi:

Significa dotarsi delle giuste cognizioni per governare sia la destabilizzazione (riconquistare l'ex) che la capacità di rimuoverlo dalla propria mente in modo consapevole.

Per maggiori informazioni cliccare questo link.
 
Il mal d'amore mi aveva distrutta ...

Sono finita dallo psicologo a causa del mio Ex. Mi ero ridotta come una larva umana. La mia sofferenza d'amore è durata 2 anni. Oggi sono single e ho perso la fiducia negli uomini.

Elena L.

Attacchi di panico dopo la chiusura con l'Ex

L'ho trovato insieme alla mia amica del cuore. Mi aveva giurato amore eterno. Dopo la rottura ho sviluppato ansia con attacchi di panico. Sono passati 3 anni e la situazione persiste.

Claudia R.

Dimenticarlo mi risultava impossibile

Ho cominciato a sviluppare una vera e propria ossessione mentale verso il mio ex. Malgrado frequentassi molti uomini e avessi una vita sociale soddisfacente lui non spariva dal mio cervello. Risolto grazie alla tecnica di trasferenza.

Silvia V .

Le mani e i piedi con Stigmate?

Forte psoriasi bollosa alle mani e piedi. Ho visitato di tutto e di più. Durata 1 anno a cicli. La patologia è scattata 10 giorni dopo essere stata lasciata da mio marito. Sapete qual'era la causa? Rabbia compressa che scaricava sulle mani e piedi con bolle. Ho applicato la tecnica della catarsi e sono guarita, un vero e proprio inferno. Grazie di tutto!

Alessandra R.

Da 67 a 97Kg di peso dopo la rottura con l'ex

Sono finita in forte stress dopo la rottura con il mio uomo a causa di un'altra. La tensione mi ha portato disfunzioni metaboliche visto che i controlli sono tutti negativi. Adesso perso 97 kg. Lo psicologo dice che sia stato tutto causato dallo stress subito. Sto divorando l'ebook di John Alexander e punto alla riconquista, speriamo in bene.

Marcella M.

Riuscita a riconquistare l'ex con la tecnica Alexander

Dopo tutto il tempo perso a leggere idiozie in rete che hanno creato maggiori complicazioni che altro sono riuscita a praticare un solo step del libro. Lui inizialmente indeciso se tornare o meno ha cominciato a tempestarmi di messaggi. Adesso siamo in convivenza. Grazie.

Marta P.

Le informazioni presenti in questa pagina web non intendono sostituire il parere del medico, psicologo o di carattere ufficialmente specialistico.

Copyright © riconquistare.net. All Rights Reserved.

This is the bottom slider area. You can edit this text and also insert any element here. This is a good place if you want to put an opt-in form or a scarcity countdown.